+39.0121.1930046

Impianto fotovoltaico a Garzigliana Torino

STATO DI FATTO
Le richieste del committente nel caso del lavoro presentato qui di seguito riguardavano principalmente:
- l'istallazione di un impianto fotovoltaico Torino;
- istallazione di una pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.
Partendo dal rilievo della copertura del fabbricato, si è deciso di posizionare i pannelli fotovoltaici sulla falda ovest del tetto, poiché quest'ultima presentava meno criticità per l'installazione. La caldaia a gas per la produzione di acqua calda sanitaria è stata sostituita con una pompa di calore elettrica. Di seguito verranno descritti nel dettaglio gli aspetti relativi ad entrambi gli impianti.
B PLANIMPANNELLI FOTOVOLTAICI
L'impianto fotovoltaico Torino consta di 18 pannelli da 327 Wp per una potenza totale di 5.89 kWp. Per massimizzare laproduzione di energia fotovoltaica, sono stati istallati in abbinamento ad ogni modulo SUNPOWER, 18 ottimizzatori di potenza P500 della SolarEdge. Il locale inverter è individuato nella tavernetta dove è collocato il quadro generale. Il contatore di produzione verrà installato nelle vicinanze dell'inverter. L'impianto fotovoltaico cede energia alla rete elettrica, sfrittando i rimborsi erogati dal GSE all'interno della convenzione SSP (Scambio sul Posto).B fvsunpower new  solaredge

POMPA DI CALORE
La caldaia a gas per la produzione di ACS è stata sostituita con una pompa di calore KRONOTERM WP2. Come si può notare dalla figura sottostante, la macchina aspira aria dal locale caldaia e espelle aria fredda all'esterno. Inoltre, la macchina è dotata di un sistema PV Ready collegato all'impianto fotovoltaico: in condizioni normali la temperatura di setpoint dell'acqua è impostata a 51°C, mentre quando l'impianto fotovoltaico è in extra produzione, ovvero quando immette energia elettrica in rete, l'acqua viene riscaldata fino a 61°C. In questo senso, l'acqua della pompa di calore funge da "accumulo" dell'energia elettrica prodotta dai pannelli FV e viene minimizzata l'immissione in rete. Infine, il serpentino basso della KRONOTERM è collegato alla caldaia: in questo modo, quando la temperatura dell'aria è troppo bassa affinché la pompa di calore riesca a riscaldare tutta la massa di ACS, quest'ultima viene direttamente riscaldata dalla caldaia.B KronotermKronoterm